Orari e Turni Farmacie
Carta dei servizi
AFAS su iPhone
Ricerca veloce
Carrello Prenotazione
AFAS su Facebook

Igiene della casa

Poche attenzioni e semplici norme igieniche scongiurano di solito la possibilità d’infezioni tra le mura domestiche. Un esempio di igiene ambientale ordinaria è quella che si pratica due volte al giorno con spazzatura dei pavimenti, preferibilmente aspirata, lavaggio di questi e delle superfici lavabili con ipoclorito allo 0,5% (2-3 cucchiai di varechina per litro di acqua), con l’arieggiare gli ambienti aprendo le finestre 5-10 minuti mattina e pomeriggio, rimuovendo così con una adeguata ventilazione goccioline e pulviscolo, veicoli di solito delle più comuni infezioni. Un controllo va fatto anche ai filtri degli apparecchi aspiranti e di climatizzazione verificando anche il giusto grado di umidità e temperatura. Un’igiene più accurata andrà effettuata se in casa sono presenti animali domestici perchè questi possono essere portatori di pulci o zecche che potrebbero infestare divani tappeti ecc. che nel caso andranno trattati con prodotti specifici reperibili in farmacia.

L’igiene domestica in presenza di bambini
Altrettanto attenta dovrà essere l’igiene domestica ove sia presente un bambino, specie se piccolo. Tale igiene oltre che ispirarsi a concetti di pulizia dovrà esprimere in questo caso un concetto di sicurezza.
Tutti i prodotti potenzialmente tossici come detersivi, farmaci, cosmetici, prodotti per piante e alcolici dovranno rigorosamente essere messi al sicuro dalla portata di mano del bambino, con opportune sistemazioni per scongiurare avvelenamenti e intossicazioni. Tappeti, tende moquettes, cuscini e tutto ciò che può trattenere polvere dovrà essere accuratamente spazzolato e aspirato perchè nella polvere si annidano; organismi, detti “dermatofagoidi” responsabili a volte di gravi reazioni allergiche Un esempio abbastanza frequente è l’ipersensibilità agli “acari” esistono norme di profilassi ambientale che contribuiscono ad alleviare i sintomi di questi pazienti:
1) evitare l’uso di moquette o di tappeti nella stanza da letto, coprire il materasso di lana o ortopedico con un coprimaterasso, usare un cuscino sintetico, sostituire le coperte di lana.
2) Usare aspirapolveri con filtri, indossare mascherine se si fanno pulizie.
3) Deumidificare l’ambiente sia in inverno che in estate, rinnovare frequentemente l’aria degli ambienti.
4) Nelle stanze dei bambini togliere giocattoli di peluche e preferire mobili facilmente lavabili.
5) Evitare di soggiornare in ambienti chiusi da molto tempo e ricordare che sia lo sforzo fisico, sia infezioni ricorrenti possono essere fonte di riacutizzazione di sintomi asmatici o rinitici.
A queste norme igieniche può essere affiancato un trattamento acaricida ambientale da richiedere al proprio farmacista.