Orari e Turni Farmacie
Carta dei servizi
AFAS su iPhone
Ricerca veloce
Carrello Prenotazione
AFAS su Facebook

Colesterolo

Il colesterolo è uno steroide presente in tutte le cellule del nostro corpo, nel sangue e nella bile. Viene sia sintetizzato nel nostro organismo che introdotto con il cibo. Il colesterolo e i trigliceridi sono trasportati nel plasma sotto forma di litoproteine. L’aumento di una classe di queste litoproteine: l’LDL (colesterolo cattivo) indica un maggiore rischio per le malattie cardiovascolari rispetto l’aumento delle HDL (colesterolo buono). L’ipercolesterolemia favorisce il fenomeno dell’arterosclerosi, cioè un invecchiamento precoce di tutte le arterie, particolarmente di quelle del cervello e del cuore, aumentando così l’incidenza di malattie come l’infarto e l’ictus cerebrale. Si parla molto di cancro, giustamente, poichè è una malattia che porta spesso a morte in poco tempo, ma pochi sanno che la mortalitè per le malattie cardiovascolari è ancora intorno al 50%, mentre quella per tumore intorno al 25%.
In ogni caso le malattie cardiovascolari colpiscono persone sempre più giovani provocando gravi danni a due organi vitali come il cervello e il cuore. La deposizione di colesterolo nella parete interna dell’arteria provoca la formazione di cosiddette “placche” che ostruiscono il lume del vaso e provocano un ostacolo al passaggio di sangue e quindi di ossigeno, glucosio ed altre sostanze indispensabili alla vita delle cellule e dei tessuti.
Il livello desiderabile di colesterolo nel sangue è 200 mg/dl. Ciò si può ottenere fondamentalmente controllando la dieta ed eliminando o riducendo il consumo di alcuni alimenti ricchi di colesterolo.

Alimentazione
La dieta ideale ha una caratteristica fondamentale: aumenta ciò che viene dal mondo vegetale e riduce ciò che proviene da quello animale.
I carboidrati ne sono una parte rilevante, essi sono costituiti prevalentemente da carboidrati “complessi” forniti da pasta, riso, pane.
Sono sconsigliati invece i carboidrati “semplici” quali gli zuccheri anche quelli compresi nei dolci e nelle bevande zuccherate.
Tra le proteine sono sconsigliate quelle di origine animale come la caseina e invece consigliate quelle vegetali come quelle contenute nei legumi e in modo particolare nella soia. È bene diminuire il consumo di uova e preferire il latte totalmente scremato a quello intero. Vanno ridotti i grassi saturi di origine animale: quelli “visibili” come il burro, lardo, strutto e quelli “invisibili” contenuti nella carne, nei formaggi, nel latte, nei gelati, nella cioccolata, negli insaccati.
È consigliabile usare i grassi insaturi di origine vegetale (olio di semi e di oliva) e quelli di origine marina (pesce). Quando il valore di colesterolo nel sangue è elevato è necessario innanzi tutto adottare un regime dietetico a basso contenuto di grassi e controllare dopo circa due mesi le analisi per verificare i risultati ottenuti.